Trova il tuo medico libero, non vaccinato Covid-19, e sospeso per questo.

Carissimo concittadino di questo pianeta, se sei arrivato fin qui, forse, hai realizzato che, finché siamo vivi, siamo sulla stessa barca, anche se sei di un colore diverso, anche se sei di sesso diverso, anche se sei più giovane o più vecchio, anche se la pensi diversamente da me.

Benvenuto, allora, perché in questo sito troverai il frutto della crisi di uomini e donne liberi, medici, che hanno compreso quanto sia importante curare sé stessi prima di prendersi cura degli altri.

La scelta di non seguire la storiella politico propagandistica della pandemia e del cosiddetto vaccino, parte dai diversi percorsi di coscienza e di dignità della persona umana, che ognuno di loro ha maturato per proprio conto ed è descritto nei loro profili personali.

Il conto salato da pagare, per loro, è stato quello di essere sospesi, anche dopo anni di onorata carriera, e di non poter più esercitare la professione medica, con ovvie ripercussioni economiche e previdenziali sulle loro vite e sulle loro famiglie.

La sospensione dall’esercizio della professione medica, per un così infame motivo, cioè la mancata ottemperanza ad un’imposizione senza basi scientifiche, e non priva di rischi, evidenzia lo stato di vessazione che incombe su tutta la popolazione, indirettamente resasi manifesta con la schiavitù primaria dei depositari sacri dell’arte della “scienza e coscienza”.

La dimostrazione pubblica di libertà, offertaci dai medici che non si sono sottomessi ad una tanto vile imposizione, non può passare inosservata.

È l’unica vera opposizione che è stata resa pubblica, con il loro sacrificio e con l’esempio della propria vita, all’ampio fenomeno di sottomissione civile, perpetrato per mezzo di un pretesto sanitario, dai governanti di quasi tutto il mondo.

I nomi dei medici sospesi sono stati pubblicati sui siti degli ordini professionali ed evidenziati in rosso, come se i sanitari fossero rei di comportamenti indegni e vergognosi.

I medici sospesi sono laureati presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, con varie mansioni e specializzazioni, sono civili cittadini contribuenti, sono esperti di cure e di amore, sono padri e madri, e figli, e nonni di famiglie onorate e perbene. 

Vale la pena riflettere sui motivi per cui converrebbe seguire e farsi seguire da un medico libero come questi coraggiosi concittadini.

Ci chiediamo, invece, come, i medici sottomessi al sistema vessatorio e incosciente, con “le mani legate”, per le troppe interferenze nella relazione riservata con i loro pazienti, possano garantire la propria onestà professionale a chi si affidi loro per un problema di salute.

Qui puoi trovare tantissimi medici liberi, sospesi dagli stessi Ordini professionali a cui sono iscritti, e per tanto, impossibilitati, per Legge Statale vigente, ad esercitare la professione medica.

Non sappiamo come possano esserti utili, ma crediamo che, umilmente e gratuitamente, vogliano davvero poter servire nella professione, per cui hanno studiato, e per cui si sono spesi in tutti questi anni.

Non esercitare, è, per molti di loro, una liberazione da un vincolo fiscale, perché non possono più nemmeno partecipare all’erario con la loro contribuzione, tuttavia, nessuno può cancellare la loro Laurea, la loro abilitazione professionale Statale, la loro esperienza, né la loro predisposizione ad essere, ciò, che davanti a Dio e agli uomini, sono diventati: Medici con la “M” maiuscola.

Possono ancora parlare, visitare, scrivere, consigliare, fare un’iniezione, come fossero amici di famiglia, e possono davvero guidare verso una via di luce e di liberazione senza vincoli fiscali, dato che non possono essere pagati e non possono fatturare, come facevano già, in origine, i Medici Santi.

Crediamo, che questo, sia un vantaggio per tutti, e possa rappresentare un vero banco di prova per la loro capacità professionale.

Questo vuol dire che, se crederemo che ci serviranno, li manterremo in attività, e consentiremo loro di sopravvivere.

Diversamente, se non riconosceremo la loro utilità, avremo accettato, che la libertà di curarsi liberamente, non sia poi così importante, e che sia meglio avere come curanti, degli impositori e degli impostori, sottomessi e allineati allo scientismo imperante, senza dubbi di coscienza.

L’esperimento sociale che proponiamo è certamente sfidante.

I numeri di questa emergenza civile saranno documentati su questo sito, man mano che aumenteranno le bandierine dei professionisti presenti sul territorio, le chiamate quotidiane e settimanali e le donazioni liberali, inviate alla Fondazione.

Salutetica.it si occuperà delle attività di ricerca e di divulgazione dell’iniziativa, e si occuperà di aggiornare la mappa e i profili dei protagonisti di questa, che definiamo la “terapia sociale” di OSES.

L’Italia è malata! Non gli italiani.

Cerca subito il medico a cui chiedere il tuo parere, e riconoscilo, prima o dopo averlo incontrato, come meglio credi, personalmente nella privacy della tua relazione riservata, e,o, pubblicamente, con una “donazione liberale” ai riferimenti della Fondazione Salutetica.it “a favore del Dott. ……”

La Fondazione non potrà retribuire i medici; ma potrà acquistare beni e servizi, di supporto ai professionisti indicati, chiaramente, nelle donazioni.

Tutto il ricavato sociale sarà impegnato per implementare le attività e l’organizzazione di OSES (Organismo di Salute Etica Sociale).

Sarà il disegno naturale di un nuovo Organismo di Salute, proprio come la fisiologia insegna per un essere vivente coscientemente interattivo, imperfetto e fallibile come l’uomo; non la sistematizzazione digitale fredda di un Sistema Sanitario Nazionale, senza più anima, né relazioni umane, governato, solo, attraverso diritti economici e criteri sempre più discriminatori e disumani.

Che tutta la Grazia del Cielo e della Terra ti siano riconosciute dall’Altissimo, mentre leggi, scegli, preghi, ti curi, e, amando te stesso, ami e curi tutta l’umanità.